Progetto

Mangio locale e penso universale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il progetto è nato nel 2011 da un’idea del Comune di Bergamo in collaborazione con SerCar Spa e Coldiretti Bergamo con l’intento di accompagnare le scuole cittadine fino al grande evento di Expo 2015, dando la possibilità agli alunni di conoscere l’agricoltura locale non solo sui banchi di scuola ma direttamente “in campo”.

In questi anni lo scopo è stato quello di far acquisire ai ragazzi una maggior consapevolezza sull’alimentazione, l’agricoltura e il territorio, consci del fatto che i giovani consumatori delle città molto spesso perdono conoscenze preziose sui ritmi della natura, sulle tradizioni e i paesaggi rurali e, non ultimo, sulla provenienza e l’origine dei cibi.

Clicca qui per scaricare il materiale didattico

Con “Mangio locale e penso universale” l’agricoltura, i suoi prodotti e il territorio bergamasco diventano protagonisti entrando nelle classi e nelle mense grazie a diverse iniziative:

i “MENÙ a Km Zero”: una volta al mese i bambini e i ragazzi che usufruiscono delle mense scolastiche cittadine (infanzia, primarie, e secondarie di primo grado)hanno la possibilità di consumare un pasto interamente a base di prodotti provenienti da aziende agricole del territorio

il PROGETTO EDUCATIVO per tutte le scuole di Bergamo  che affronta i temi di alimentazione, salute, origine del cibo e territorio, con materiale didattico gratuitamente fornito alle insegnanti, laboratori in classe tenuti da qualificati esperti del settore e possibilità di visitare l’orto botanico, nelle sue sezioni di Città Alta e di Astino, partecipando ad attività laboratoriali in maniera gratuita.

il Progetto “UN ORTO A SCUOLA”: con creazione di orti didattici in alcune scuole cittadine e possibilità per le insegnanti di partecipare a corsi di formazione gratuiti tenuti da esperti dell’orto botanico.

Come sempre, tutte le classi saranno coinvolte in un grande concorso che le porterà, attraverso la presentazione dei propri elaborati che verranno esposti in una mostra aperta al pubblico, alla possibilità di aggiudicarsi premi utili e gustosi.